Dedicato a Lubna

T i ho rivista stamattina. Vent’anni dopo. Eri sempre la stessa. Avevi quindici anni come allora. Sei venuta a prendere le ordinazioni, in piedi, sorridente, il taccuino in mano, io seduto al tavolino di un bar affacciato sulla valle, su un pezzo di Puglia bombardato dalle macchie bianche dei trulli e verdi degli alberi. Il tuo volto, il suo volto, sereno e fresco d’infanzia. Adesso sei madre, felice. E io felice per te. Amico. Ma quella ragazza sei tu. C’è stato un tempo della nostra vita, non lontanissimo ma irriconoscibile, in cui ci sentivamo grandi, nei nostri corpi nuovi e teneri come il suo. Eravamo bambini, ma con quale coraggio. Tu eri come lei stamattina, buona e onesta, sincera e fresca, dolce, dolcissima. Amore senza condizioni e assoluto, il nostro, quello dei fanciulli crudeli e incontaminati. E ci sembrò così naturale, normale. La normalità dell’assoluta pienezza, quei giorni di perfezione che ci fecero forti e fanno forte lei, adesso, davanti a quel tavolino, nello sguardo la potenza sconcertante della vita che pretende e una felicità così densa e impenetrabile da non essere capita al momento, ma solo vissuta. Solo visibile agli occhi dei grandi. E da questa valle per te ormai lontana  in anni e chilometri ti saluto, amica mia, vicina a quello che sentivo e che sento, l’inizio della mia felicità, tutto il mio mondo di quel tempo.

Annunci

Informazioni su torto45

Versi e visioni di rivolta metropolitana
Questa voce è stata pubblicata in Brevi storie e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Dedicato a Lubna

  1. Spiacente ma non hai proprio l’aria di Ranxerox. 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...